Un’impresa della Juventus? E’ possibile! E vi spieghiamo il perché…

La storia ci parla di un monologo bianconero a Torino contro l’Atletico Madrid.

Fra qualche ora sapremo se quel bicchiere mezzo vuoto, copyright di mister Allegri, sarà pieno fino all’orlo. Nel frattempo possiamo affidarci ai ricordi per conoscere qualche precedente.

Ci aiuta in questo senso l’ultima fatica prodotta dalla Soccerdata Editore di Marco D’avanzo: “Juventus (1929 – 2018)”. Volume della collana “Le squadre europee nelle coppe internazionali” e che nel sottotitolo svela già il suo prezioso contenuto: “Tutte le partite, tabellini completi, statistiche di squadra e di tutti i protagonisti”. Un tomo di quasi 400 pagine che ripercorre, match dopo match, la storia della Vecchia Signora in Champions League/Coppa dei Campioni, in Europa League/Coppa UEFA, nel Torneo Anglo Italiano, nella Coppa delle Fiere, eccetera.

E proprio nelle primissime pagine scopriamo che il bilancio degli incroci con l’Atletico Madrid, fino a oggi, strizza l’occhio alla Juventus. Escludendo il match dell’andata degli ottavi di finale di Champions League 2018/2019 contiamo, infatti, 7 precedenti contro gli spagnoli e uno score totale di 4 vittorie, 1 segno X, 2 sconfitte, con 10 gol marcati e 7 incassati. Fra le mura di casa, poi, è quasi un monologo bianconero: 3 successi, 1 pareggio, 7 gol fatti e solo 2 subiti.

Insomma, i numeri – per quel che possono – spingono all’impresa. Eccoli, uno per uno, i precedenti Juventus-Atletico Madrid nelle coppe europee.

1963/1964, ottavi di finale della Coppa delle Fiere, 1-0 con rete di Stacchini.

1964/1965, semifinale della Coppa delle Fiere, 3-1 con Menichelli, Combin e Bercellino in rete per i bianconeri, Aragones per i biancorossi.

Poiché all’andata l’Atletico aveva vinto con lo stesso punteggio fu necessaria la sfida di spareggio, disputata ancora a Torino.

1964/1965, spareggio semifinale della Coppa delle Fiere, 3-1, Mendoza (AM), Stacchini, Calleja autorete, Salvadore.

Infine il testa a testa più recente, con Allegri e Simeone già al comando dei due club.

2014/2015, gruppo A Champions League, 0-0.

E questa sera?

Servirà fare l’impresa, così nella prossima ristampa di “Juventus (1929 -2018)” l’autore dovrà aggiungere un’appendice con i dati riguardanti la stagione europea 2018/2019, la prima di Cristiano Ronaldo in bianconero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione. Nessun indirizzo e-mail verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*