UN TALENTO DA PRESERVARE E UN’IMPORTANTE RIFLESSIONE DA FARE. MA INTANTO ESCE FUORI UN’IPOTESI CLAMOROSA

Moise Kean è indubbiamente un talento che resterà per sempre nella storia del calcio italiano per essere il primo giocatore nato nel nuovo millennio ad aver realizzato un gol in Serie A. Ma ancora non si è ben capita la strategia che sta portando avanti la Juventus con lui. Al momento è dietro a tutti …

Moise Kean è indubbiamente un talento che resterà per sempre nella storia del calcio italiano per essere il primo giocatore nato nel nuovo millennio ad aver realizzato un gol in Serie A. Ma ancora non si è ben capita la strategia che sta portando avanti la Juventus con lui. Al momento è dietro a tutti e forse non potrebbe anche essere altrimenti, perché in questa Juve, che deve vincere subito, ci sono Ronaldo, Mandzukic, Dybala e altri grandi campioni. Allora, probabilmente l’opzione migliore per lui sarebbe quella di cederlo in prestito, farlo giocare ancora e farlo maturare per riportarlo alla base.

Il problema è che si sente parlare sia di cessione temporanea (attenzione alla clamorosa ipotesi che possa andare al Milan) ma anche di cessione a titolo definitivo per lui, sia in Italia e all’estero e questo fa scattare una sorta di campanello d’allarme. Per una volta che c’è un talento che la Juve si è costruito in casa, lasciarlo partire adesso potrebbe essere un errore del quale magari ci pentiremo in futuro.

La dirigenza bianconera è chiamata a fare una riflessione importante su questo ragazzo e deve essere fatta chiarezza, probabilmente anche in tempi brevi, per non bruciare definitivamente un ragazzo con grandi prospettive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione. Nessun indirizzo e-mail verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*