Orlando a JN24: “Fiorentina-Juve sarà una bella gara. Scudetto? Spero vinca il Napoli”

Stefano Pioli allenatore della Fiorentina. Foto: Marco Canoniero/Sync (Sportinfoto)

Venerdì sera al Franchi di Firenze, Fiorentina e Juventus si sfideranno in uno dei match più sentiti della Serie A. La rivalità tra tifoserie, alimentata anche da alcuni trasferimenti illustri (Bernardeschi è solo l’ultimo in ordine cronologico), è più viva che mai e l’atmosfera che si respirerà sarà un vero e proprio spettacolo. La Juventus è in grande forma. Domenica scorsa, nell’ultimo turno di campionato, ha rifilato ben 7 reti ad un Sassuolo già frastornato al 20’ del primo tempo. La Viola, da parte sua, arriva allo scontro con i bianconeri dopo un’ottima vittoria contro il Bologna a riscattare il pesante ko contro il Verona. Pronostico per nulla scontato, dunque. La redazione di JN24 ha contattato un doppio ex per avere un’opinione sul possibile andamento del match. “Quel che è certo è che sarà una bellissima partita- ha detto Alessandro Orlando– con un risultato per nulla scontato”. Orlando, difensore anni 80-90, con la maglia della Juventus ha conquistato uno scudetto e una Coppa Italia nella stagione 93-94 mentre con la Viola una Coppa Italia nella stagione successiva. “La squadra di Allegri viene da una vittoria molto netta ed è in un momento importante perchè non può permettersi di perdere terreno su un Napoli ben lanciato verso il primo posto. La Fiorentina, invece, ha reagito bene. La sconfitta con il Verona era del tutto inaspettata e ha un pò rischiato di destabilizzare l’ambiente. Domenica abbiamo visto una bella prestazione da parte di tutti”. Come si ferma un attaccante così in forma come Higuain? “Il Pipita non è l’unico problema. La Juventus ha dimostrato di avere una rosa più che completa. QUando è mancato Higuain ci ha pensato Dybala, poi è cresciuto di nuovo il Pipita. In un periodo li ha salvati MAndzukic e le giocate di Cuadrado sono sempre decisive. La Juventus è una squadra con la S maiuscola, non c’è dubbio. Chiesa? Mi piace molto. Non c’è un aspetto in particolare che mi colpisce di lui, sono stupito nel complesso. E’ un patrimonio per il calcio italiano e sta crescendo di partita in partita anche perchè a Firenze ha delle responsabilità”. Non può mancare, infine, un pronostico sulla vittoria finale dello scudetto: “Tutti si chiedono come finirà. Io, sinceramente, spero vinca il Napoli. La squadra di Sarri se lo merita, esprime il miglior calcio da tre anni. Non amo tifare ‘per qualcuno in particolare ma in questo caso vorrei che lo scudetto cambi città anche per dare una certa vivacità al nostro campionato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione. Nessun indirizzo e-mail verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*