Il piccolo Bryan sconfigge il cancro e torna a giocare con la Juventus. E il suo amico Pogba celebra il suo ritorno in campo. Una storia che ha commosso tutti

Aveva 11 anni e giocava nelle giovanili della Juventus, Bryan Jocelyn Dodien quando dovette cominciare a scendere in campo non più per inseguire il sogno di diventare un professionista ed imitare il suo idolo Paul Pogba, ma per sconfiggere un nemico davvero temibile, come il cancro. Proprio Pogba, all’epoca giocatore bianconero (parliamo del 2015) ha …

Aveva 11 anni e giocava nelle giovanili della Juventus, Bryan Jocelyn Dodien quando dovette cominciare a scendere in campo non più per inseguire il sogno di diventare un professionista ed imitare il suo idolo Paul Pogba, ma per sconfiggere un nemico davvero temibile, come il cancro.

Proprio Pogba, all’epoca giocatore bianconero (parliamo del 2015) ha iniziato a seguire il suo piccolo amico da vicino. Dedicandogli anche un gol, quello realizzato in Coppa Italia al Torino nel dicembre di quell’anno. Sulla maglietta che aveva sotto quella da gioco c’era la scritta “Bryan sono con te” e a fine partita Pogba disse anche: “C’è un mio amico di undici anni che sta combattendo contro il cancro e sono sicuro che vincerà e io gli starò vicino”.

Ora quell’amico è diventato un ragazzo di 14 anni ed è riuscito non solo a sconfiggere il cancro ma a ritornare perfino in campo con la Under 15 della Juventus. Pogba, ora al Manchester United, ha deciso di celebrare questa notizia postando sui propri social un video, commentando il tutto così: “Sia ringraziato il Cielo per il fatto che Bryan abbia battuto il cancro e oggi (ieri ndr) abbia giocato la prima partita con la Juve U15. Sono così orgoglioso del mio amico, grazie per essere un’ispirazione per me e tanti altri. Spero di vederti presto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione. Nessun indirizzo e-mail verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*