Allegri: “Torino-Juventus la decideranno gli espisodi. Out Buffon e Mandzukic, Dybala no dall’inizio”

“La squadra con Mazzarri ha vinto tre partite, ne ha pareggiate due e non ha subito gol in casa. Sta meglio mentalmente ed è molto più compatta. Loro concederanno poco, perché giocano meno aperti rispetto a prima. Mazzarri ha dato dei concetti di gioco diversi e, visti i numeri, ha trasmesso più equilibrio. Decideranno gli episodi come le palle inattive e ci vorranno testa, tecnica e fisicità. Sarà una partita difficile e importante perché è uno snodo del campionato che ci permetterebbe di affrontare le rimanenti 13 gare, di cui sette in casa e sei fuori, rimanendo in scia del Napoli”.

E’ un passaggio della conferenza stampa, rilanciata dal sito ufficiale della Juventus nella sezione news, di mister Massimiliano Allegri alla vigilia del derby in casa del Torino.

Il tecnico, prosegue il sito ufficiale bianconero, ha poi parlato della probabile formazione e della situazione degli infortunati: “Gigi (Buffon, ndr) riposerà, com’era in programma e Mario (Mandzukic, ndr) ha 38 di febbre. Bernardeschi ieri a fine allenamento ha avuto un affaticamento, ma non è nulla di grave, è solo da valutare se sarà titolare o meno. Non ce la facesse, come terzo attaccante potrebbero giocare Bentancur, Alex Sandro o Sturaro… Uno lo metteremo. Dybala? È in una buona condizione, non per partire dall’inizio, ma per giocare una mezz’oretta. A centrocampo giocheranno Pjanic, Khedira e un terzo che deciderò domani mattina. La prossima settimana lunedì riposeremo e martedì, a parte Cuadrado che comunque ha iniziato a correre e sta decisamente meglio, rientreranno tutti in gruppo”.

Appuntamento a domani, calcio d’inizio ore 12:30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione. Nessun indirizzo e-mail verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*