Proc. Buffon a JN24: “Gigi vuole i Mondiali 2018, ma dopo non è detto che smetta…Visto il portiere dell’Egitto?”

Buffon
Gianluigi Buffon prepartita - Foto Marco Canoniero (Sportinfoto)

“Buonasera signor Martina, le posso fare un paio di domande su Buffon?”. “No. Cosa si può dire ancora di uno come Buffon?”. È questo l’inizio della conversazione con Silvano Martina, ex portiere e storico procuratore del numero uno bianconero. La risposta dell’agente lascia trasparire una realtà più che condivisibile. È proprio vero che ormai quando si parla di Gianluigi Buffon si rischia di cadere nella banalità. Non ci sono più parole, non ci sono più argomenti, non c’è più nulla da dire su un’atleta che a 39 anni continua a difendere magistralmente la porta della Juventus e della Nazionale italiana, collezionando record su record e dimostrando ogni domenica di poter andare oltre i propri limiti. Un professionista esemplare che ha saputo valorizzare il suo inestimabile talento e che grazie ai propri valori e alla dedizione che mette quotidianamente nel proprio lavoro, è capace ancora oggi di raggiungere nuovi e importanti traguardi. L’ultimo lo taglierà domani sera, quando nell’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Porto raggiungerà le 100 presenze nella competizione europea con la maglia della Juve. Buffon, però, come ci racconta Martina in esclusiva a JN24.it, preparerà la sfida con la stessa concentrazione di tutte le altre.

Come si sta avvicinando Buffon a quello che probabilmente è l’appuntamento più importante della stagione contro il Porto?

Ho incontrato Gigi, ma non c’era neanche il bisogno di chiederglielo. Ha giocato centinaia di partite di questa importanza e di questo livello. È più che abituato a queste sfide, sono convinto che la sta vivendo e preparando come tutte le altre partite.

Proprio in Champions League ha tirato fuori una delle migliori prestazioni di questa stagione contro il Lione. Con un rigore parato e diversi interventi prodigiosi ha zittito le critiche eccessive di chi pochi giorni prima dopo un errore in Nazionale lo aveva dato troppo presto sul viale del tramonto.  Dove può arrivare ancora Buffon?

Quando in carriera fai mille partite di altissimo livello capita di sbagliarne qualcuna. Ma un fuoriclasse come Buffon non si discute, quello che ha fatto e che continua a fare è sotto gli occhi di tutti. Basterebbe dire che è stato eletto dalla Uefa come il miglior portiere della Champions League di tutti i tempi. Gigi è una leggenda del calcio con una carriera unica alle spalle e se ne parlerà fino a quando esisterà lo sport. Lo ha detto anche Casillas, non nascerà un altro Buffon.

C’è la volontà da parte del capitano di continuare a giocare anche oltre il 2018, cioè in seguito alla scadenza dell’attuale contratto?

A 39 anni bisogna valutare giorno per giorno. Ci si può svegliare e non avere più voglia di proseguire, oppure trovare continuamente nuovi stimoli per giocare ancora per altri tre-quattro anni, chissà. Ho visto la Coppa d’Africa e il portiere dell’Egitto a 44 anni ha trascinato la sua squadra in finale e ha parato due rigori…Non si possono sapere a priori queste cose. Ha ragione quando dice che a questa età bisogna intanto porsi degli obiettivi e poi col tempo provare a vedere se si è riusciti a raggiungerli. Il suo è quello di giocare il Mondiale del 2018, ma non ne fa una malattia, non è un’ossessione. Dopodiché valuterà, non è detto che smetta, dipende da lui.

Tornando alla gara di stasera, quali sono le insidie che nasconde la trasferta portoghese?

Sarà sicuramente una partita difficile per la Juventus, è normale a questo punto della competizione. Il Porto è una squadra che ha una storia importante, è abituata a giocare questi incontri quindi non regalerà sicuramente niente all’avversario. Basta vedere quello che è successo contro il Lione, che ha messo sotto i bianconeri e rischiava di batterli, nonostante i transalpini poi non siano neanche riusciti a qualificarsi. A questi livelli tutte le partite sono complicate, ci sarà sicuramente da soffrire.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. E’ ancora fra i 3 migliori al mondo, continuerà sicuramente dopo il 2018!

Lascia un Commento

Tutti i commenti sono sottoposti a moderazione. Nessun indirizzo e-mail verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*